Dettagli

N1423
AutoreD'ANNUNZIO GABRIELE 
TitoloL'Italia alla colonna e la vittoria col bavaglio. Discorso di Gabriele D'Annunzio vietato dal capo del governo il XXIV maggio MCMXIX
EditoreRoma 
Anno1919 
Descrizione(1a ediz. In 16 (cm 20,5x14,2), pp 50 (2) con 1 ill. xilografica in copertina ("Ardisco non ordisco") e al retro ("Memento Audere Semper") di Alfredo De Carolis, bross. edit., testo ad ampi margini, in barbe. Invettiva contro la Conferenza di Pace e il Primo Ministro Orlando. Testo apparso, ampiamente censurato ne "L'Idea Nazionale" 26/5/1919 con il titolo "La celebrazione del XXIV maggio nell'orazione di Gabriele d'Annunzio. Italia, in te sola!". "Se il popolo italiano avesse l'ardire di trapassare, senza esitazioni e senza conciliazioni, da un regime rappresentativo bugiardo a una forma di rappresentanza sincera che rivelasse e inalzasse i produttori sinceri della ricchezza nazionale e i creatori sinceri della potenza nazionale contro i parassiti e gli inetti dell'odiosa csta politica non emendabile, le sette e sette vittorie dell'Alpe, del Carso e del Piano impallidirebbero davanti a questa meravigliosa vittoria civile. (...) Come nel bandire la guerra il popolo precorse lo stato, così nel conseguire la sua purificazione la sua rivelazione e la sua comprensione deve avanzare lo stato" (pp. 44-45). L'opuscolo fu stampato clandestinamente. Uno dei più rari cimeli dannunziani. Tiratura speciale di 99 esemplari) 
---------
N.B. Tutti i nostri libri sono garantiti autentici, completi ed in ottimo stato di conservazione; diversamente viene indicata ogni imperfezione
Prezzo€ 1000,00

Indietro


Libri Antichi


Nuove acquisizioni


Salgari


Manuali Hoepli



Ricerca libri